09 maggio 2006

Diversamente abile

Chi sono i "diversamente abili"?
La società in cui viviamo li definisce come soggetti che hanno un handicap fisico e che non rientrano nei nostri standard, che non sono "come noi".
Beh... sabato sera ho avuto modo di capire che se noi siamo abili, i diversamente abili hanno una marcia in più. L'attenzione ai particolari, il modo di gettarsi a capofitto nelle cose, il modo di trasmettere le emozioni è diverso. Noi ci fermiamo alla prima impressione... Loro scavano fino al fondo, fino a quando la tavolozza per comporre il disegno è piena di colori e non si ferma al rosso, al blu e al giallo.
Quando ci troviamo di fronte a uno di loro ci sentiamo a disagio, non sappiamo che dire, che fare, come comportarci, come aiutarli... Provate a scambiare due parole con loro e osservateli per una mezz'oretta.
Il succo della serata? Beh... mi sono sentita io quella diversamente abile.
Che cosa mi hanno lasciato? Battute, prese in giro a vicenda, sguardi, canzoni, voci e accordi.
E soprattutto sorrisi. Di quelli che scaldano il cuore, di quelli che vanno al di là delle inutili parole.
Grazie.

4 Comments:

Anonymous Anonimo said...

A volte sembra che si buttino verso la vita con molte meno paure di noi 'normali'...

9:48 AM  
Anonymous Anonimo said...

This site is one of the best I have ever seen, wish I had one like this.
»

6:21 PM  
Anonymous Anonimo said...

Great site lots of usefull infomation here.
»

9:13 PM  
Anonymous Anonimo said...

I find some information here.

5:55 PM  

Posta un commento

<< Home