11 luglio 2006

A mente fredda



... tutto quello che ricordo la sera e la notte della finale...
premessa... l'unica partita del mondiale che non ho guardato a casa abbiamo pareggiato, tutte le altre vinte... direi che ho fatto bene a starmene a casa anche per la finale...

- il pranzo del battesimo di mio nipote in un bagno di sudore per il caldo
- l'arrivo a casa e le 2.000 faccende che DEVONO finire entro le 20
- il ventilatore acceso
- il fischio d'inizio...
- Gialappa's
- il rigore
- il loro gol
- il nostro gol (grande Materazzi!)
- angoscia
- partita brutta, passaggi a vuoto, errori del menga
- intervallo
- mi bevo una tazza di latte
- secondo tempo
- vado a prendere la bandiera
- angoscia
- la testata di Zidane
- l'espulsione di Zidane... mi è spiaciuto molto
- fine tempi regolamentari
- primo tempo supplementare
- la partita non va avanti, troppe occasioni sprecate
- secondo tempo supplementare
- penso ai rigori
- mi viene mal di stomaco per la tensione
- più si avvicinano i rigori peggio è
- mi viene da vomitare
- i rigori
- vado a prepararmi per uscire... non si sa mai...
- io e Marco seduti vicini sul divano
- ogni gol fatto e ogni gol avversario sbagliato agitiamo la bandiera che teniamo sulle ginocchia
- Fabio Grosso fa il miracolo
- siamo i campioni del mondo
- vado a casa dei miei
- non c'è nessuno
- sono tutti a festeggiare in via Roma
- corriamo verso il centro con le bandiere a mo' di bandana
- Marco si butta nella fontana
- mi avvicino per fare foto e vengo investita da uno tsunami d'acqua
- salvo la digitale
- il delirio
- gente mi abbraccia, qualcuno è appiccicoso, qualcuno ubriaco di birra, qualcuno ubriaco di vino, molti solo ubriachi di gioia
- tutti amici, tutti fratelli, tutti orgogliosi di essere italiani
- la folla mi trascina
- mi trovo nel centro della città, sotto una gigantesca coppa del mondo dorata
- mi tirano su un camion per festeggiare
- cuginanza varia in mutande o in costume da bagno
- le manone rosa di Bongio
- Ciottino esagitato
- Davide alla guida del carroattrezzi dell'officina con 30 persone sopra
- le trombe da stadio
- Sergio in mezzo alla folla
- mio papà non sa che dire
- Carlito che fa il trenino con i suoi alunni dell'itis. irriconoscibile
- mi arriva in mano una birra, ne scolo mezza
- un caldo porco
- Jordan con il bandierone alto come lui e la figlia di 4 anni che cerca di stargli dietro in bicicletta
- flash dappertutto
- poo po po po po poo poo
- fratelli d'Italia
- distinte persone che non avrei mai detto a mollo nella fontana
- tutta l'acqua della fontana e attorno alla fontana
- non ho mai visto così tanta gente tutta insieme in due chilometri di strada
- Marco appare e scompare come un puffo
- la vista dal bastione di quello che succede in via roma
- arrivo a casa la mattina moolto presto
- il messaggio inatteso: l'Argentina sta festeggiando con noi, tutti gli italiani di Cordoba fanno festa per la strada
- me ne vò a letto... sono un po' stanchina
- siamo i campioni del mondo

7 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Marco si butta nella fontana
Marco appare e scompare come un puffo

Non fatico a immaginarlo ;-D

12:31 AM  
Blogger Annalisa said...

peggio che i bambini...
continuava ad urlare "campioni del mondo" ad ogni persona che incontrava...
meno male che non è andato a dormire con il tricolore... ci mancava solo più quello.

9:15 AM  
Anonymous Anonimo said...

:-D Grande!

6:19 PM  
Anonymous Anonimo said...

Here are some links that I believe will be interested

11:43 AM  
Anonymous Anonimo said...

Here are some links that I believe will be interested

6:18 AM  
Anonymous Anonimo said...

Interesting website with a lot of resources and detailed explanations.
»

7:06 AM  
Anonymous Anonimo said...

I say briefly: Best! Useful information. Good job guys.
»

6:27 PM  

Posta un commento

<< Home